Tutto pronto, sul litorale romano, per festeggiare Pasqua e Pasquetta, ma anche per affrontare il lunghissimo Ponte che si protrarrà fino al Primo maggio, passando attraverso la Festa di Liberazione (il 25 aprile, ndr).

Per questo motivo - e in considerazione dell'afflusso di cittadini e turisti soprattutto nelle zone costiere di Pomezia, Ardea, Anzio e Nettuno -, tutte le forze dell'ordine e di polizia (a partire dai carabinieri e fino alla polizia di Stato, alle Municipali, alla Polstrada e alla guardia di finanza) intensificheranno i controlli lungo il litorale a sud di Roma, con particolare attenzione soprattutto sulle maggiori direttrici di traffico della zona.

In sostanza, tra Nettuno, Anzio e Ardea si provvederà a controllare con particolare attenzione gli accessi alle città dalla Pontina, dalla Nettunense e dalla Litoranea-Ardeatina: in tal senso, anche i carabinieri della Compagnia di Anzio, in questi giorni coordinati dal tenente Raffaele Tufano - comandante del Nucleo operativo radiomobile di viale Marconi - saranno presenti con forze intensificate già da oggi e fino al Primo maggio, al fine di garantire sicurezza e legalità.

Stesso discorso per Pomezia, dove i controlli saranno rafforzati lungo la Litoranea - in tutto il tratto comunale, ossia dal confine con Ostia a quello con Ardea - e sulla via del Mare, ossia le strade che da Roma portano alle spiagge. Anche in questo caso, fondamentale sarà l'impegno dei carabinieri della locale Compagnia, agli ordini del capitano Luca Ciravegna.

Accanto ai militari dell'Arma, chiaramente, ci saranno - come annunciato poco sopra - anche i rappresentanti di polizia, municipale e finanza.

Proprio per questo, l'appello che arriva in vista di questa attività interforze è per la prudenza e la responsabilità: si consiglia, in particolare, di limitare gli eccessi, soprattutto nell'uso di alcol prima di mettersi alla guida. Dalle forze dell'ordine, infatti, ricordano che alcuni comportamenti non sono dannosi solo per chi li mette in atto, ma possono causare problemi anche gli altri.

Soprattutto per questo, le verifiche riguarderanno sia i consumi alcolici, ma anche quelli di sostanze stupefacenti.

Insomma, occorre fare attenzione, ma soprattutto comprendere che il potenziamento dei controlli è pensato per garantire delle feste sicure e con problemi limitati al minimo possibile, al fine di poter godere del sole del litorale romano e, perché no, delle bellezze storiche, naturali ed enogastronomiche che i territori a sud della Capitale offrono davvero in quantità industriale.