Al fine di cristallizzare indizi e luogo dei fatti, i carabinieri della Compagnia di Anzio - in questi giorni coordinati dal tenente Raffaele Tufano - hanno sequestrato il ristorante di Lavinio dove sabato scorso un uomo è stato trovato ferito e insanguinato.

In particolare, i sigilli sono stati apposti sia al locale che alle sue pertinenze: infatti, le prime tracce di sangue appartenti al 53enne ferito - che è uno dei gestori del ristorante stesso, ndr - sono state trovate in cucina: poi la scia prosegue nella sala ristorazione e finisce all'esterno, vicino a una panchina, dove l'uomo si è accasciato e ha perso i sensi, non prima di chiedere aiuto a un passante.

Al momento, dopo lo stop all'emorragia riportata alla testa, il 53enne è ricoverato e tenuto sedato nel reparto di Terapia intensiva di un ospedale di Roma.

  • Sono ore di attesa, ad Anzio, per capire cosa è accaduto all'uomo trovato ferito alla testa e insanguinato lungo lo stradone di Sant'Anastasio, a Lavinio, nei pressi della caserma dei carabinieri e di piazza del Consorzio.
  • Nello specifico, i militari dell'Arma della Compagnia di Anzio, in questi giorni coordinati dal tenente Raffaele Tufano, stanno indagando a tutto campo per fare chiarezza su quanto accaduto. Al momento, nessuna pista viene esclusa.
  • L'uomo, che è uno dei gestori di un ristorante di zona, si trovava nel suo locale (che era chiuso) quando è rimasto ferito. Le tracce di sangue, infatti partono dalla cucina del locale e finiscono su una panchina all'esterno, dove l'uomo si è accasciato chiedendo aiuto e perdendo i sensi.
  • Proprio per il fatto che era solo, soltanto lui potrà far chiarezza sull'accaduto: per questo motivo, i carabinieri attendono che si svegli per conoscere la sua versione dei fatti. Al momento, seppure sedato, l'uomo non sarebbe in pericolo di vita. È ricoverato in un ospedale di Roma. 
di: Francesco Marzoli

Nelle scorse ore, a Lavinio, nella zona di piazza del Consorzio, un uomo è stato trovato in terra e con la testa insanguinata. 

Di conseguenza, è stato subito contattato il 112 e, sul posto, sono intervenuti i sanitari del 118 che hanno accompagnato l'uomo in ospedale.

Insieme ai soccorsi sono intervenuti anche i carabinieri della Compagnia di Anzio, che ora stanno lavorando per accertare le cause dell'accaduto. 

di: Francesco Marzoli