Controlli a tappeto della polizia del commissariato di Terracina per contrastare lo spaccio di droga. Col supporto delle unità cinofile ddestrate al rinvenimento di sostanze stupefacenti del reparto della Polizia di Stato di Nettuno si sono passati al setaccio i centri di aggregazione giovanile e gli ambienti della Terracina bene.Un imprenditore è stato denunciato come assuntore, perché trovato con alcune dosi di cocaina. Ma a finire nei guai è stato quello che invece è stato considerato un vero pusher. Si tratta di un 24enne, A.I. le iniziali, già interessato da una misura cautelare di obbligo di dimora, sorpreso a Borgo Hermada, nei pressi del locale campo sportivo dove vari giovani al suo arrivo avevano manifestato atteggiamenti sospetti. La polizia giudiziaria lo ha fermato e ha proceduto alla perquisizione domiciliare. All'interno dell'appartamento è stata trovata cocaina che, una volta tagliata e confezionata, avrebbe prodotto circa 100 dosi di cocaina. Rinvenuti e sottoposti a sequestro anche alcuni oggetti il cui uso era inequivocabilmente da attribuirsi alla preparazione delle singole dosi, come il bilancino elettronico ed altro materiale per i confezionamento.

In sede di convalida il Giudice del Tribunale di Latina Dott.ssa Simona Sergio, ritenendo sussistente il quadro probatorio prodotto dagli Agenti della Squadra Anticrimine, valutava fondato il pericolo di reiterazione dei reati come desumibile anche dalla pericolosità del soggetto che ha dato dimostrazione di non essere sufficientemente contenuto con la misura cautelare in atto, pertanto, disponeva a carico dello stesso la Misura cautelare degli arresti domiciliari.