È finito male il tentativo di Striscia la Notizia di smascherare un truffatore di Latina e aiutare le vittime a recuperare il maltolto. Quando gli inviati della trasmissione di Canale 5 sono riusciti a convincere l'autore di una frode a uscire allo scoperto, le cose non sono andate proprio come si aspettavano: alla vista dell'impostore, la reazione delle vittime è stata violenta, lo hanno picchiato selvaggiamente davanti alla stazione ferroviaria di Latina Scalo, il luogo scelto per l'incontro, mentre gli operatori di Mediaset si allontanavano in fretta dopo avere tentato invano di fermare l'aggressione.
Il raggiro si era consumato nella trattativa per la vendita di automobili. Stando alle poche informazioni trapelate, sembra che il truffatore avesse l'abitudine di intascare gli acconti senza poi consegnare le vetture. Alcune vittime avevano unito le forze nel tentativo di farsi restituire i soldi, ma il venditore, dopo i primi contatti, aveva smesso di rispondere al telefono. Letteralmente introvabile.
A quel punto le persone raggirate avevano pensato bene di rivolgersi alla redazione di Striscia la Notizia. Come spesso capita in queste circostanze, le vittime non si accontentavano della giustizia ordinaria, volevano che il truffatore venisse smascherato davanti agli occhi di milioni di italiani. Una vendetta legittima, anche se la cosa più giusta da fare era rivolgersi alle istituzioni preposte.