E' una brutta storia, quella che arriva da Anzio, in particolare da un albergo di via Nettunense.

In particolare, un ragazzo di 28 anni, residente a Nettuno, è stato trovato morto all'interno di una stanza d'albergo nella giornata di ieri per cause che ora dovranno essere chiarite.

Il giovane, studente universitario al quinto anno di Giurisprudenza, aveva detto ai genitori di passare la notte da alcuni amici: invece, aveva affittato la camera d'albergo, prima per una sola notte, poi prolungando la permanenza di un giorno, pagando anche il dovuto.

A trovarlo sono stati i vigili del fuoco, chiamati dall'albergatore visto che la stanza risultava chiusa dall'interno. Immediato, poi, l'arrivo dei carabinieri della Compagnia di Anzio che, agli ordini del capitano Lorenzo Buschittari, stanno ora indagando sull'accaduto.

Esclusa l'ipotesi di un suicidio: al momento, si sta cercando di scavare sulle ultime ore di vita del ragazzo, al fine di capire quali luoghi e quali persone possa aver frequentato.

Il magistrato di turno della Procura di Velletri, appreso l'accaduto, ha disposto l'autopsia sul corpo del giovane.