Nella giornata di ieri, anche grazie ai controlli avviati dagli uffici del Comune di Aprilia di concerto con le Forze dell'Ordine, i Nas, l'Arpa e la Polizia Locale è stato disposto il sequestro di uno degli scarichi attivi ed autorizzati all'interno di un'azienda ubicata nella Zona Caffarelli. La decisione segue di qualche settimana l'allarme lanciato da alcuni abitanti della zona, in particolare del comitato di quartiere Borgata Agip, sugli sversamenti di liquido blu e maleodorante nel fosso di Carrocetello, nel timore di possibili effetti negativi sulle matrici ambientali. Nei giorni immediatamente successivi, il Comune ha intensificato i controlli e sollecitato campionamenti dell'ARPA Lazio, condotti anche di notte, sugli sversamenti di liquidi sospetti e su alcune aziende del territorio.  "Quanto disposto ieri – commenta l'assessore all'Ambiente Michela Biolcati Rinaldi – è un primo importante passo che va nella direzione di salvaguardare la salute dei cittadini. Ovviamente, attendiamo tutti che l'autorità inquirente termini il proprio lavoro, per avere risposte certe ed approfondite sull'accaduto. Il sequestro però, è sicuramente una misura importante anche perché ci consente di lanciare subito un messaggio forte e chiaro in difesa dell'ambiente, delle risorse naturali e dei cittadini".