E' stato condannato a quattro anni di reclusione e 1000 euro di multa l'uomo che a ottobre scorso fu arrestato dai carabinieri al culmine di una lite in famiglia, l'ultima di una lunga serie, in una scia di maltrattamenti durata due anni contro la madre e il fratello. La sentenza del gup Pierpaolo Bortone è arrivata ieri mattina sulla base di una serie di elementi e dichiarazioni delle vittime. G.V. 45 anni di Maenza per oltre un anno, tra il 2017 e il 2018, ha maltrattato e minacciato la mamma e fatto continue richieste estorsive al fratello. La sera del 28 ottobre i carabinieri di Maenza sono stati chiamati per sedare una violenta lite che era scoppiata appunto tra l'uomo e la madre, con il successivo intervento del fratello.Uno scontro durissimo al culmine del quale l'imputato aveva anche impugnato un coltello da cucina col quale aveva minacciato, per l'ennesima volta, i familiari. Sin dal primo momento la situazione della famiglia era apparsa molto delicata e nonostante le violenze andassero avanti da tempo le vittime non avevano trovato la forza di denunciare nel dettaglio cosa accadeva in quella casa.