In tre a bordo di un treno hanno messo a segno un furto ai danni di un ragazza, approfittando di un momento di distrazione della giovane. I tre ragazzi minorenni di nazionalità straniera sono stati tratti in arresto dalla pattuglia della polizia ferroviaria in servizio nella stazione di Formia perché autori di un furto di uno smartphone del valore di 1000 euro. L'oggetto era stato sottratto ad una giovane studentessa in viaggio su un treno regionale diretto a Formia. I tre minori, due di origini egiziane e uno di origine tunisina, con precedenti specifici per reati contro il patrimonio, sono stati individuati dalla pattuglia della polizia ferroviaria, immediatamente allertata, ancora a bordo del treno regionale.
I tre giovani, due con cittadinanza egiziana e uno tunisina, sono stati sottoposti a controllo, sono stati trovati in possesso dello smartphone e di altri oggetti rubati e, pertanto, sono stati arrestati.
Una quarta persona, maggiorenne ma incensurata, che si trovava con i tre minori al momento del furto, è stata invece denunciata in stato di libertà all'autorità giudiziaria.