Paura, nelle scorse ore, all'interno del giardino della scuola di via Varese, alla Nuova Florida di Ardea: un bambino, mentre giocava con i suoi compagni nel giardino del plesso, ha raccolto da terra l'ago di una siringa, ha rimosso la plastica con cui era chiuso e si è punto.

Immediata la chiamata ai genitori e ai soccorsi sanitari, con il bambino che è stato portato in ospedale per degli accertamenti e con l'ago che è stato analizzato dai laboratori della medesima struttura sanitaria.

Al momento, ringraziando il Cielo, pare che l'ago fosse pulito, ma la vicenda ha destato preoccupazione e potrebbe avere degli strascichi legali, visto che i genitori dell'alunno hanno presentato un esposto ai carabinieri di Ardea - che afferiscono alla Compagnia di Anzio guidata dal capitano Lorenzo Buschittari -, chiedendo anche la pulizia dei luoghi e il taglio dell'erba, cosa che è effettivamente avvenuta nelle scorse ore grazie all'impegno del personale de "L'Igiene Urbana", intervenuto gratuitamente come accaduto altre volte in passato.

Gli stessi carabinieri, sempre coordinati dal capitano Buschittari, hanno effettuato dei controlli, non trovando tracce di altri aghi o siringhe.

Sull'accaduto è intervenuto anche il sindaco della città, Mario Savarese: «Sono profondamente dispiaciuto per ciò che è accaduto nel giardino della scuola di via Varese. Mi sono subito confrontato con il dirigente scolastico, che mi ha riferito l'accaduto. Sento il dovere di porre le mie scuse ai genitori del bambino, sebbene l'incidente non debba mostrare allarmi particolari in quanto si è trattato di un episodio circoscritto e irripetibile».

Non è tutto: «Voglio precisare che non si tratta di una siringa, ma del solo ago che era conservato nella sua custodia e apparentemente inutilizzato. In più, nello stesso luogo - ha concluso il sindaco - non sono state trovate tracce di siringhe o altro materiale che possano lasciar pensare a fenomeni legati al consumo di droga o all'uso improprio di sostanze di varia natura».