Tra le carte dell'inchiesta "Selfie" che ha permesso ai carabinieri di sgominare un'organizzazione dedita alla produzione della marijuana in Calabria e alla successiva esportazione, emerge uno spaccato fedele della società moderna, almeno di quella parte della comunità latinense che vive e alimenta il mondo della droga. Perché «Ci campiamo» ribadisce Alfredo Celani, il 49enne di Latina che si rifornisce di "erba" a chili dai calabresi, parlando al telefono con Michele Carabetta, che di anni ne ha 41 e gestisce i traffici dalla Locride potendo vantare l'affiliazione con la potente cosca Pelle-Vottari della ‘ndrangheta. Una filosofia che accomuna in tanti, nel capoluogo pontino e non solo, ai tempi del consumismo e dei guadagni facili.
Una platea composta da trafficanti, pusher e tutta una serie di personaggi che non sono direttamente coinvolti nello spaccio, ma si prestano per custodire la droga o trasportarla col solo obiettivo di ricevere un compenso o qualche dose in cambio. Fermo restando che i ruoli apicali sono appannaggio dei professionisti del malaffare, come Celani che emerge dagli ambienti della criminalità locale: suo fratello Paolo viene arrestato nel 2010 per estorsione e usura con i Ciarelli, nel bel mezzo della sequenza di vendette che ha insanguinato la cronaca di quell'anno e lo annovera tra le vittime (morirà nel giugno per le complicazioni dell'agguato a colpi di pistola di sei mesi prima).
Gli spunti più interessanti emergono durante le conversazioni telefoniche, tra i due trafficanti, quando affrontano il problema del mancato pagamento di una partita di due chili di marijuana, al prezzo di 9.000 euro, da parte di un cliente di Celani rimasto sconosciuto agli investigatori. Evidentemente la cosa ha comportato problemi anche per Carabetta, tanto che il sodale latinense arriva al punto di pentirsi di avere affrontato l'impresa per un acquirente che non ha rispettato gli impegni e di avere persino mandato in Calabria la compagna - Arianna Ramiccia, finita per questo ai domiciliari - per il trasporto della droga.