E' ufficiale, in quella busta che il Comandante della Stazione di Cisterna aveva portato via dalla villetta di via Palmarola dove il giorno prima Fabio Trabacchin aveva ucciso la moglie Elisa Ciotti, non c'era un solo martello. Sono tre.  Sono stati trovati nel piano inferiore dell'abitazione durante un sopralluogo effettuato nel pomeriggio di martedì.

Solo qualche ora prima gli investigatori dell'arma del Reparto territoriale di Aprilia avevano effettuato altri controlli lungo la via Pontina dove Trabacchin aveva affermato di aver lanciato la busta con l'arma del delitto.