La zona tra le autolinee e il quartiere Nicolosi ha fatto da scenario, mercoledì sera, a un'altra brutale aggressione consumata in strada a scopo di rapina. Vittima questa volta due giovani indiani, entrambi ventunenni, affrontati da due sconosciuti che brandivano bottiglie di vetro rotte, le armi utilizzate per minacciarli e ferirli quando hanno opposto resistenza: uno è finito in ospedale con una maschera di sangue in volto. Tutto per poche decine di euro.
L'episodio risale alle 21:30 circa e si è consumato proprio nei dintorni delle autolinee. I due malcapitati erano piuttosto scossi quando sono stati raggiunti dai Carabinieri del Nucleo operativo radiomobile per gli accertamenti del caso. Stando a una prima ricostruzione dei fatti, i giovani indiani sono stati avvicinati da due sconosciuti nella zona compresa tra via Romagnoli e via Giulio Cesare. I banditi hanno puntato verso di loro i colli di bottiglie infrante per convincerli a consegnare soldi e telefoni: uno dei due ragazzi evidentemente ha cercato di respingere i malintenzionati, ma è stato colpito al volto con i cocci di vetro e a quel punto si è convinto a tirare fuori tutto quello che aveva, circa sessanta euro in contanti.