L'ex allieva della Scuola di volo di Latina che in passato aveva denunciato alcuni episodi di nonnismo e che era stata espulsa dal corso, potrà essere reintegrata e quindi ultimare il suo percorso formativo. E' quello che ha deciso il Consiglio di Stato che ha accolto il ricorso presentato dalla ragazza e dai suoi legali, gli avvocati Massimiliano Strampelli e Isidoro Cavaliere, subito dopo il no da parte del Tar del Lazio. "Abbiamo sempre tutelato il nostro personale e non ammettiamo in alcun modo comportamenti correlabili al fenomeno del nonnismo - aveva sottolineato l'Arma azzurra  - sono episodi che condanniamo con fermezza". Adesso Giulia potrà riprendere la sua attività di formazione - ha sottolineato l'avvocato Strampelli - e partecipare in questo modo al 125esimo corso dell'aeronautica nella scuola ufficiali di Pozzuoli. Siamo soddisfatti della decisione presa dai giudici di Palazzo Spada che nel provvedimento hanno ravvisato la necessità di approfondire i profili motivazionali e procedimentali relativi all'espulsione"