Riduzione della pena in Corte d'Assise d'Appello nei confronti di Gheorge Tirim, condannato in primo grado per l'omicidio al Felix e che oggi, difeso dall'avvocato Adriana Anzeloni si è visto ridurre la condanna a 13 anni di reclusione rispetto ai 21 anni e sei mesi della Corte d'Assise di Latina. I magistrati romani, presidente Calabria, a latere De Catalado hanno riqualificato il reato da omicidio volontario a omicidio preterintenzionale. Per Sebastian Bozdog, difeso dall'avvocato Francesco Pietricola, accusato della rissa, la condanna è stata cancellata e modificata in una pecuniaria di 300 euro.  E' stato confermato il risarcimento al figlio della vittima di 50mila euro. Il bambino insieme alla compagna della vittima è rappresentato dagli avvocati Francesco Vasaturo e Michele Iazzzetta e in aula si era costituito parte civile anche il fratello della vittima assistito dall'avvocato Alessia Vita. Oggi in aula è stato il Procuratore generale a chiedere la riqualificazione giuridica del reato.  I fatti contestati risalgono al 25 settembre 2016: quella sera nel locale di via don Torello era in corso la festa di Miss Romania e la situazione ad un certo punto diventò incandescente. La vittima - in base a quanto avevano ricostruito gli agenti della Squadra Mobile - era in pista e stava ballando con una ragazza, gli animi si sono nuovamente accesi e Arinei dopo aver spinto Tirim, è stato centrato da un pugno, è caduto a terra ed è stato ferito con un fendente alla coscia. E' questa la ricostruzione che aveva portato la polizia al presunto responsabile fermato a Sezze dove viveva.