Arrivano le condanne per l'operazione "Aleppo", che, oltre all'esecuzione di diverse misure cautelari, aveva portato al sequestro preventivo delle quote e del patrimonio di una società che operava all'interno del Mof. Oggi il giudice per l'udienza preliminare Chiara Gallo ha condannato gli indagati, quattro in totale, che hanno scelto il processo con il rito abbreviato. Le pene sono per un totale di tredici anni.  Le accuse ipotizzate nei confronti degli indagati nell'ambito dell'operazione "Aleppo" erano - a vario titolo -: estorsione, illecita concorrenza con minaccia o violenza, impiego di denaro di provenienza illecita, trasferimento fraudolento di valori, autoriciclaggio e intestazione fittizia dei beni, commessi con l'aggravante del metodo mafioso.