Tre furti in quattro giorni ai danni del comitato di quartiere Toscanini. Tra giovedì e domenica i ladri hanno ripetutamente colpito i luoghi gestiti dal comitato, rubando elettrodomestici professionali, derrate alimentari e procurando danni per migliaia di euro.  Il primo furto si è verificato giovedì notte nella sede di via Londra, i malviventi sono poi tornati sabato all'ora di pranzo: dopo aver forzato la porta d'ingresso sono stati trafugati un frigo e un fungo termico. E domenica notte si è registrato il terzo colpo, questa volta nella casetta del parco Europa: luogo di ritrovo serale dei residenti. Alcuni ignoti si sono introdotti dal retro, sfruttando la scarsa visibilità di quella zona nelle ore notturne, poi con degli attrezzi hanno smurato la grata di una piccola finestra e - una volta all'interno - hanno rubato una friggitrice, una macchina per il caffè, pacchi di pasta ed altri alimenti; rompendo inoltre un'altra finestra. L'amara scoperta è stata fatta ieri dai volontari, sconfortati dai ripetuti colpi subiti che hanno mandato in fumo il lavoro di mesi. Il comitato Toscanini nelle scorse settimane aveva organizzato la festa del quartiere, una manifestazione riuscitissima che aveva permesso di racimolare soldi che sarebbero stati investiti per abbellire e migliorare il parco. «Invece non potremo farlo, queste somme - spiegano - ci serviranno per eseguire le riparazioni necessarie».
I furti hanno procurato danni per migliaia di euro, tra materiali rubati e danneggiamenti alla porta della sede di via Londra e degli infissi dalla casetta.  Perciò il comitato lancia un appello affinché l'amministrazione Terra si attivi per potenziare l'illuminazione pubblica e l'impianto di videosorveglianza. «Un progetto in tal senso già esiste. Ci è stato assicurato - spiega il presidente del comitato, Manuela Roncaioli - che saranno installate altre quattro telecamere nel parco e nelle aree limitrofe. Il problema principale riguarda le lungaggini burocratiche, speriamo che tutto si risolva a breve. Abbiamo bisogno di una migliore illuminazione, perché la zona da dove sono entrati i ladri è molta buia, e soprattutto di telecamere che funzionino».

(L'articolo completo sull'edizione odierna di Latina Oggi)