Emergono i primi dettagli rispetto alla vicenda che ha tenuto la città di Nettuno col fiato sospeso per diverse ore della giornata di oggi (23 luglio 2019). In particolare, il 14enne che era fuggito dal litorale alla guida dell'auto del padre e che è stato ritrovato a Campoleone di Lanuvio pare avesse litigato col genitore perché non voleva più stare a Nettuno, luogo dove la famiglia aveva affittato un appartamento per le vacanze. Una discussione che ha poi portato il giovanotto a prendere le chiavi dell'auto e a scappare via con la Toyota Rav 4, inizialmente verso una destinazione ignota.

In realtà, però, il ragazzo stava tornando a casa e, attorno alle 16.30, una pattuglia del Nucleo radiomobile dei carabinieri di Velletri lo ha trovato a bordo dell'auto nei pressi del campo sportivo e del centro anziani di Campoleone, dove si trova un punto di ritrovo dei ragazzi del posto.

A quel punto, i carabinieri lo hanno bloccato e condotto nella caserma dell'Arma di Lanuvio, dove sono poi arrivati i genitori, accompagnati dai poliziotti di una Volante del commissariato di Anzio, che sul litorale di Nettuno aveva avviato le ricerche del ragazzo in fuga.

Chiaramente, dopo le formalità di rito, la famiglia ha fatto ritorno a casa.

Hanno avuto esito positivo le ricerche del ragazzo di 14 anni fuggito via da Nettuno attorno all'ora di pranzo dopo un litigio col padre.

Il giovane, infatti, è stato individuato alla guida della Toyota Rav 4 di famiglia nella zona di Campoleone, fra Aprilia e Lanuvio.

La sua presenza è stata scoperta dai carabinieri del Nucleo radiomobile di Velletri che hanno bloccato l'adolescente, portandolo in caserma a Lanuvio in attesa di essere riaffidato ai genitori.

Di fatto, il giovane ha percorso circa trenta chilometri alla guida del suv per poi fermarsi nella zona a confine fra le province di Roma e Latina.

Sul territorio nettunese e in quelli limitrofi era stata la polizia del commissariato di Anzio a mettere a punto le ricerche.

di: Francesco Marzoli

Ricerche a tutto campo, a Nettuno e nelle città limitrofe, dopo l'improvvisa fuga di un ragazzo di 14 anni a bordo della Toyota Rav 4 nera del padre.

In particolare, tutto è avvenuto poco prima di pranzo nella zona del lungomare vicino al Santuario di Nostra Signora delle Grazie e Santa Maria Goretti: il ragazzetto avrebbe litigato col papà e, al termine della discussione, ha preso le chiavi dell'auto, ha messo in moto ed è andato via.

Ora la polizia lo sta cercando praticamente ovunque e non si esclude il coinvolgimento delle altre forze dell'ordine e di polizia. 

di: Francesco Marzoli