Tragedia, questa notte, nel mare di Anzio, dove un uomo di 79 anni, Guido Socci, romano ma in vacanza sul litorale come ogni anno, è stato trovato senza vita. A dare l'allarme alla Capitaneria di Porto di Anzio, guidata dal comandante Enrica Naddeo, è stata la moglie del settantanovenne, che ha chiamato il 1530 dopo aver raggiunto la spiaggia compresa tra il Lido Garda e il Marinaro, dove l'uomo era andato in serata per immergersi e pescare. Una volta sul posto, la Guardia Costiera ha scandagliato i fondali sia con la motovedetta CP 859 che con il gommone GC B89, vista la presenza di fondali bassi. Intorno alle 5:55 del Mattino di oggi la salma è stata recuperata: era ancora agganciata alla boa di segnalazione. Di conseguenza il corpo è stato recuperato e portato in banchina nel porto di Anzio, dove c'era anche un ambulanza del 118. Il corpo, su disposizione del magistrato di turno della procura di Velletri, è stato portato all'obitorio dell'ospedale romano di Tor vergata. Qui dovrà essere esaminato. Sembra comunque piuttosto chiaro che a stroncare la vita del settantanovenne romano sia stato un malore.