Come avvenuto qualche giorno fa a Sonnino, anche a Sezze è arrivata una denuncia per combustione illecita di rifiuti.

In particolare, i fatti risalgono allo scorso 25 agosto e vedono protagonista un uomo di 61 anni, sorpreso dai carabinieri forestali del Nipaaf mentre stava bruciando diversi materiali.

L'intervento dei carabinieri forestali del Nipaaf è avvenuto durante un particolare servizio di controllo messo a punto nella zona delle Migliare proprio per prevenire e reprimere reati in danno dell'ambiente: e proprio sulla 47 è stato sorpreso il 61enne mentre bruciava delle taniche in plastica, altri tipi di plastica, dei mobili in formica e altro genere di rifiuti.

Tra l'altro, nella zona delle campagne setine e dei paesi limitrofi le segnalazioni sulla combustione di plastica sono davvero numerose: bati pensare che, tempo fa, è anche nato un gruppo Facebook denominato "Basta bruciare plastica".

In tale gruppo vengono sottolineate le varie lamentele della gente, che sembra non tollerare più i maleodori legati alla combustione della plastica.

A Sonnino, invece, erano stati i militari della Forestale di Priverno ad avvistare il fumo nero in località Vasca Cappotto e a sorprendere una persona intenta a bruciare rifiuti plastici vari. Anche in quel caso, l'uomo venne denunciato.