Benedette tribune del Francioni, sempre al centro dell'attenzione da cinque anni. Se non fossero esistite, forse, non sarebbe mai stato scoperchiato l'orribile vaso di cemento e corruzione che poi fu denominato «Olimpia» e che oggi è un brutto processo penale in corso sui fasti e gli scandali degli impianti sportivi di Latina. Ma adesso ci sono e dopo un lungo sequestro sono stati tolti i sigilli e ora, finalmente, potranno essere rimesse in sesto. E' il motivo per cui è stata firmata la determina per la «progettazione di due tribune in carpenteria metallica montate presso lo stadio comunale Francioni» di cui si occuperà il geologo Gaspare Morgante nella parte relativa alla fattibilità e staticità. Potrebbe essere questa la svolta di un intervento di potenziamento e parziale modifica dello stadio che quando partì aveva quasi tutto che non andava.