Continua a tenere banco, ad Ardea, la vicenda riguardante gli incendi sul territorio comunale.

Il sindaco della città, Mario Savarese, ha infatti annunciato di aver chiesto un incontro con il Prefetto di Roma al fine di chiedere aiuto per affrontare quella che sta diventando una vera e propria emergenza.

Soltanto ieri, infatti, tra la mattina e il pomeriggio le fiamme divampate nella zona delle Salzare hanno creato non pochi danni: nel primo caso sono andati in fiamme alcuni ettari di vegetazione (e tanti rifiuti, ndr) in via Colli Marini; nel secondo caso, invece, il rogo partito da un terreno pieno di sterpaglie ha avvolto un capannone grande circa 500 metri quadrati e ha distrutto tutto ciò che c'era all'interno dell'outlet di via Laurentina.

In questo caso, gli accertamenti sono stati effettuati dai vigili del fuoco di Pomezia e dai carabinieri della Compagnia di Anzio: in tale contesto è emersa la zona da cui è partito l'incendio, ma si è anche appreso che il capannone non è stato sequestrato e che pare non ci fosse un'assicurazione sugli incendi.

Un gigantesco incendio ha letteralmente mandato in fumo un capannone nella zona delle Salzare, alle porte di Tor San Lorenzo di Ardea.

Le fiamme, che ancora stanno ardendo nella struttura, hanno creato danni enormi e i vigili del fuoco del Distaccamento di Pomezia stanno lavorando con ogni mezzo possibile per domare l'immenso rogo.

Il fumo ha chiaramente invaso la Laurentina e la vicina via delle Mente: non mancano, dunque, anche problemi e pericoli per la circolazione stradale del litorale.

di: Francesco Marzoli