Furto, lesioni e rapina. Sono queste le accuse che i carabinieri muovono nei confronti di due ragazzi ai quali è stato disposto l'obbligo della permanenza in casa. I due sono originari di Fondi e Gaeta. Entrambi, nel mese di agosto 2019, in via porto caposele, a bordo di un motociclo si impossessavano della catenina in oro con crocifisso strappandola dal collo di un giovane 14 enne, dopo averlo colpito con schiaffi sul volto, per poi darsi a precipitosa fuga.  Uno dei due inoltre, in data 18.09.2018, a Formia, si era impossessato anche di un telefono cellulare di proprietà di altro minorenne, strappandoglielo dalle mani e dandosi a precipitosa fuga.  I ragazzi dopo le formalità di rito venivano trasferiti presso le proprie abitazioni come disposto dal giudice.