L'ex Avir è di nuovo sotto sequestro. Stamattina è stato eseguito il provvedimento che in realtà era stato firmato a fine luglio scorso. Gli uomini del Nipaf, i Carabinieri forestali del Lazio, Gruppo Latina, hanno quindi apposto il cartello sul cancello d'ingresso della vecchia fabbrica di vetro, che è stata posta sotto la custodia giudiziaria del signor  Raffaele Di Tella. Se da un lato la faccenda sembrava ormai risolta, con l'acquisizione da parte del Comune di Gaeta di questo prezioso immobile, dall'altro con questo nuovo provvedimento le cose si complicano di nuovo. A luglio infatti i giudici della Corte di Cassazione avevano messo la parola fine alla vicenda dell'ex Avir, accogliendo il ricorso del Comune che  a febbraio del 2018 aveva presentato ricorso avverso la decisione dei giudici del Tar di Latina con la quale annullarono il provvedimento che disponeva l'acquisizione ai beni comunali dell'area della vecchia vetreria Avir. Ora che questo nuovo sequestro ai fini della confisca lo scenario potrebbe aprirsi a nuovi sviluppi. Infatti la proprietà non resterà con le mani in mano e sta già predisponendo azioni legali per rientrare in possesso di questo bene dal grande potenziale economico.