E' una storia molto particolare, quella che arriva da Velletri, dove un 40enne del posto è stato arrestato e condotto in carcere per aver minacciato dei familiari, sparando anche dei colpi di pistola contro l'auto della moglie e della sorella.

In particolare, i poliziotti sono intervenuti e hanno sequestrato due pistole detenute illegalmente (una con matricola abrasa e l'altra rubata), ma anche della cocaina e dell'hashish.

Tutto è avvenuto nella tarda serata di lunedì, per motivi ancora al vaglio degli agenti: improvvisamente, infatti, l'uomo ha sparato contro l'auto della moglie e alcuni suoi familiari sono intervenuti per cercare di placare le sue ire. Poi, quando si è visto negare l'uso dell'utilitaria della sorella, ha estratto l'altra pistola e ha sparato contro il vetro dell'auto, fuggendo via.

Dopo una notte intera di ricerche, l'uomo è stato trovato in un ripostiglio attiguo all'abitazione ed è stato arrestato. E' in quel rifugio che c'erano le due pistole, una calibro 9x21 risultata rubata nella primavera scorsa e una P38 con matricola abrasa, ma anche più di mezzo etto di cocaina.