Interviene l'Ordine degli Avvocati di Latina per il caso dei monitor in Corte d'Assise che sono stati installati sul travertino di fondazione. L'aula infatti dal punto di vista artistico è la più importante del Tribunale e in passato la sua bellezza era stata esaltata anche dal critico d'arte Vittorio Sgarbi in occasione di un incontro organizzato proprio dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati in occasione degli 80 anni del Tribunale di Latina. "Come è noto -  spiega una nota dell'Ordine firmata dal presidente Gianni Lauretti – l'aula della Corte di Assise, ornata ed absidata dall'altorilievo di Duilio Cambellotti dedicato al Ciclo della giustizia e dagli arredi disegnati da Oriolo Frezzotti, è da sempre un vanto per la città di Latina per la sua bellezza e storicità, spesso utilizzata come set cinematografico di importanti produzioni. L'istallazione direttamente sul travertino dei televisori, deturpa decisamente l'armonia artistica e l'impatto visivo della pregevole struttura dell'aula. Il Consiglio, alla luce di quanto sopra, chiede un suo autorevole intervento affinché venga trovata una collocazione alternativa ai monitor che assicuri la necessaria efficienza delle dotazioni tecniche e la salvaguardia del valore storico, architettonico e culturale dell'aula". La scorsa estate l'aula è stata modernizzata ed è stato cambiato sia l'impianto audio che video anche se c'è da sottolineare che la scelta di collocare i monitor proprio sul travertino sembra inopportuna.