Ha deposto un carabiniere in servizio al Comando Provinciale di Latina e che si era occupato in prima persona delle indagini e che in aula ha ricostruito l'inchiesta che aveva portato agli arresti per una serie di rapine messe a segno oltre che in provincia di Latina anche in provincia di Roma. Era stata una operazione congiunta di polizia e carabinieri a ricostruire il modus operandi per i colpi in diversi esercizi commerciali ed erano state prese di mira anche delle sale slot.  In aula, davanti al Collegio Penale composto dai giudici Francesco Valentini, Enrica Villani e Maria Assunta Fosso e al pubblico ministero Giuseppe Bontempo, ha deposto un investigatore che sulla scorta dei position delle celle dei telefoni degli imputati ha ricostruito alcuni colpi, tra cui quello avvenuto il 12 ottobre del 2017 in via Don Torello a Latina e un altro avvenuto a Nettuno.