Due condanne e un'assoluzione, è uscita poco fa la sentenza per l'omicidio di Gloria Pompili. I giudici della Corte d'Assise di Latina dopo una camera di consiglio durata oltre tre ore,  hanno condannato a 24 anni di reclusione Loide Del Prete, zia della vittima. Stessa pena anche per  Saad Mohammed Elsh Salem, ritenuti colpevoli dell'omicidio della giovane, massacrata di botte mentre era in auto.  E' stato assolto da tutte le accuse invece Hady Saad Mohamed nei cui confronti il Procuratore Aggiunto Carlo Lasperanza aveva chiesto 12 anni. "Ho avuto fiducia nella giustizia italiana", ha detto a caldo dopo la lettura della sentenza.  Non ha trattenuto le lacrime la mamma di Gloria che si è limitata a dire: "Pensavo in una terza condanna". Tra novanta giorni si conosceranno le motivazioni della sentenza che è stata letta dal presidente Gian Luca Soana. Nel corso della sua requisitoria il Procuratore Aggiunto Lasperanza aveva chiesto 24 anni di reclusione per i due principali imputati. e alla fine le accuse hanno pienamente retto.  Saad Mohammed Elsh Salem era presente alla lettura della sentenza e non ha avuto alcuna reazione se non un saluto e un bacio che ha mandato al fratello prima di andare via e tornare in carcere. L'omicidio era avvenuto nell'agosto del 2017 a Prossedi, Gloria originaria di Frosinone, secondo l'accusa contestata era stata costretta dagli imputati  a prostituirsi e quando ha cercato di ribellarsi è stata picchiata e uccisa. Le indagini erano state condotte dai carabinieri del Comando Provinciale di Latina.