Hanno presentato ricorso al Tribunale del Riesame di Roma gli indagati di origine romena, arrestati nei giorni scorsi dai carabinieri del Comando Provinciale di Rieti con l'accusa di essere i componenti di una banda specializzata nei furti di rame nel centro Italia, tra le province di Terni, Rieti e Arezzo.  Gli avvocati Alessia Vita e Amleto Coronella che assistono gli indagati, hanno impugnato il provvedimento restrittivo firmato dal gip del Tribunale di Rieti. Sono in tutto 12 i furti contestati, in un caso la gang che aveva la propria base operativa nel capoluogo pontino, ha colpito in ben quattro occasioni all'indirizzo di un sito dismesso. I sopralluoghi che erano stati eseguiti sulla scena del crimine insieme ad altri elementi raccolti, avevano portato i carabinieri proprio a Latina. In sede di interrogatorio di garanzia davanti al gip Pierpaolo Bortone, i quattro romeni avevano negato le accuse. Adesso il ricorso al Riesame la data ancora non è stata fissata.