«Stiamo bene, finora è stato tutto tranquillo, ma i disagi sono tanti. E non escludiamo il rischio di dover tornare presto a casa e perdere la nostra vacanza». È questo il racconto di Teresa, una donna di Sezze che, ieri sera (14 ottobre 2019), era bloccata all'interno dell'aeroporto "El Prat" di Barcellona insieme a suo marito, ad altri 19 italiani del loro gruppo e a migliaia di persone che, appena atterrate in Spagna, si sono ritrovate a dover fare i conti con la protesta indipendentista messa in atto dal pomeriggio proprio fuori dallo scalo in questione.

I passeggeri in arrivo nel capoluogo catalano, infatti, sono stati bloccati all'interno del terminal dalle autorità spagnole: migliaia di persone, tutte favorevoli all'indipendenza della Catalogna dal Paese su cui regna Filippo VI di Borbone, hanno protestato a causa di una sentenza della Corte suprema spagnola che ha condannato 12 leader indipendentisti catalani, tutti riconosciuti colpevoli dei reati di sedizione e appropriazione indebita. E non sono mancate cariche della polizia.

«Appena siamo arrivati...