Erano in tre e quando lo hanno visto si sono fermati mentre erano in auto, sono scesi e lo hanno massacrato di botte e poi sono scappati. E' quello che è successo ieri pomeriggio, qualche minuto prima delle 17, in strada del Bosco, il lungo rettilineo che accarezza Borgo Bainsizza, a poca distanza da strada Monfalcone, quasi al confine tra i territori di Latina e Nettuno, a due passi anche dal bosco di Foglino.  La vittima di una aggressione che è ancora tutta da definire e in cui non mancano le zone d'ombra, è uno cittadino straniero, è un nordafricano di nazionalità tunisina dai primi riscontri e dell'apparente età di 40 anni. Era sprovvisto di documenti e che è in fase di identificazione. L'uomo è stato aggredito da alcuni uomini probabilmente per una vendetta maturata per uno sgarro. Ma al momento è un'ipotesi.
Il movente infatti non si conosce e tutte le ipotesi investigative sono al vaglio di polizia e carabinieri. Quando è avvenuto il brutale pestaggio immediatamente è scattato l'allarme alla sala operativa del 118, è stata una passante a chiamare i soccorsi. La vittima dell'aggressione era a terra, sotto choc e non si muoveva. E' questa la scena che si sono trovati di fronte i soccorritori che sono prontamente intervenuti sulla scena del crimine.