Alta adesione ieri in Tribunale a Latina dello sciopero degli avvocati penalisti che andrà avanti fino al 25 ottobre. Saranno garantiti i processi con i detenuti ma ieri sia al gup che nelle udienze monocratiche, tutti i penalisti hanno aderito allo sciopero. «La motivazione dell'astensione - si legga nella nota della Camera Penale Giorgio Zeppieri di Latina - attiene all'entrata in vigore della norma spazzacorrotti che abroga la prescrizione del reato dopo la pronuncia della sentenza del giudice del primo grado.
I penalisti italiani dal primo giorno hanno denunciato con forza come la riforma della prescrizione rappresenti una delle pagine più sciagurate della deriva populista e giustizialista del nostro Paese, giacchè - osservano il presidente della Camera Penale Domenico Oropallo e il segretario Maurizio Forte in una nota - afferma il principio incostituzionale secondo cui il cittadino soia imputato che parte offesa del reato possa e debba restare in balia della giustizia penale per un tempo indefinito, fino a quando lo Stato non sarà in grado di celebrare definitivamente il processo che lo riguarda». L'astensione che è iniziata ieri, andrà avanti fino al 25 ottobre. Saranno previste altre iniziative per il tema della prescrizione come è emerso nel corso del convegno dei penalisti italiani che si è svolto nei giorni scorsi a Taormina