Il maltempo di queste ore sta creando non pochi problemi al territorio del litorale romano, con i disagi maggiori che si stanno registrando nella zona di Anzio.

In particolare, sono decine le strade allagate, ma anche le abitazioni, le cantine e i garage: tantissime persone sono costrette a restare nelle proprie case, oppure non riescono a rientrare. Per questo motivo, da questa notte è attiva una task force che sta operando sulle varie richieste di soccorso. Sono operativi gli agenti della polizia locale coordinati dal comandante Sergio Ierace, i vigili del fuoco e la protezione civile di Nettuno.

Delicata la situazione di via Ardeatina: la strada, all'altezza dello svincolo per le Cinque Miglia, è stata chiusa: un fiume di acqua e fango ha invaso la strada, creando non pochi problemi. Ed è proprio su questa strada che i vigili del fuoco hanno salvato quattro persone - fra cui due bambini - rimasti intrappolati in due auto a causa dell'acqua alta.

Da segnalare, poi, l'incendio di una centrale elettrica in via Giuseppe Parini, con molte zone rimaste isolate. A Lavinio, invece, la protezione civile di Nettuno sta pompando via l'acqua dalle strade.

Cinquanta gli interventi effettuati, altrettanti sono in attesa.

Poco fa, tra l'altro, il sindaco Candido De Angelis ha annunciato la chiusura delle scuole per la giornata di domani, 12 novembre 2019: "Il persistere delle condizioni meteo avverse, la prosecuzione delle attività di controllo nei vari edifici, la verifica della viabilità di tutte le arterie del territorio e l'ultimazione di alcuni interventi, in seguito al maltempo di questa notte, sono tra le ragioni della sospensione delle lezioni nella giornata di domani  - ha affermato il Sindaco di Anzio, Candido De Angelis che, nel pomeriggio, insieme all'Assessore alle Politiche della Scuola, Laura Nolfi, ha coordinato la riunione tecnica in Comune ed ha emesso l'ordinanza di sospensione dell'attività didattica in tutti i plessi scolastici del territorio -".

In queste ore, a tutela della sicurezza stradale e della popolazione scolastica, il personale del Comune di Anzio è impegnato nel controllo delle condotte del territorio, con particolare riguardo ai sistemi di raccolta delle acque piovane degli Istituti Scolastici, dello stato del manto stradale delle arterie del territorio e nella verifica degli impianti e dei lastrici solari dei plessi scolastici.

 Inoltre, nella giornata di domani, è stata prevista anche la chiusura del Museo Civico Archeologico e dell'Ufficio del Turista.

Ad Anzio e Nettuno, poi, è stato attivato il Coc - il Centro operativo comunale - di protezione civile: mobilitati, dunque, volontari e polizie locali. Sempre a Nettuno, oltre all'allagamento mattutino di piazzale San Rocco, non è mancata la caduta di un albero (in special modo un pino) nelle case popolari di via Aldo Moro.

Ad Ardea e Pomezia, invece, sono state le zone del lungomare a fare i conti con gli allagamenti: tanta l'acqua che si è riversata in strada, con difficoltà di circolazione soprattutto nella mattinata. Problemi anche alla Nuova Florida.

Per quanto riguarda Ardea, poi, ci sono state infiltrazioni d'acqua piovana nella mensa dell'Istituto comprensivo Ardea 2 di Tor San Lorenzo: tre pannellature del controsoffitto sono cadute nella notte e l'area è stata interdetta. Il sindaco Savarese ha tenuto a rassicurare tutti: «Nessun problema dai solai dove di recente si è intervenuto, ma probabilmente dalle vecchie condutture. L'acqua si è infiltrata finendo per gocciolare su un contro-soffitto in carton-gesso. Tre piastrelle hanno ceduto perché zuppe d'acqua. Tutto è accaduto di notte, ma se il fatto si fosse verificato durate le ore diurne, il gocciolamento ben visibile ci avrebbe evitato anche i lievi danni subiti». I genitori, però, restano molto preoccupati.