Inizieranno questa mattina i primi interrogatori in carcere degli indagati sottoposti alla misura restrittiva. Le prime audizioni riguardano chi è finito in carcere che comparirà davanti al giudice per le indagini preliminari Giuseppe Molfese, (nella foto)  a seguire poi a partire da venerdì inizieranno le audizioni di chi invece è sottoposto a misure restrittive meno afflittive. Le accuse contestate sono quelle di cessione di sostanze stupefacenti e le indagini, coordinate dal pm Claudio De Lazzaro - sono state condotte dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Latina. Oggi non è escluso che gli indagati possano anche avvalersi della facoltà di non rispondere oppure potranno anche rispondere al magistrato che ha emesso il provvedimento cautelare. I fatti contestati sono avvenuti nel 2018 e l'inchiesta è nata per le rivelazioni da parte di un detenuto, in un secondo momento la polizia penitenziaria aveva inviato una dettagliata informativa in Procura dove erano stati ricostruiti i fatti e tutte le fasi dello spaccio.