"E' urgente procedere alla esecuzione degli interventi atti a eliminare le problematiche evidenziate nel verbale dei Nas e volti al ripristino della piena funzionalità dell'immobile" "considerata la carenza igienica della struttura e gli escrementi rivenuti in più parti". Con queste motivazioni il sindaco Damiano Coletta ha disposto l'ordinanza di chiusura, la numero 359 del 22 novembre da poco pubblicata sul sito dell'ente, della scuola Goldoni di via Sezze con decorrenza immediata e fino alla giornata di mercoledì 27 novembre compreso al fine di eseguire gli interventi volti al ripristino della sicurezza dell'igiene dell'edificio. Il sindaco inoltre ordina alla dirigente scolastica la pulizia immediata di tutto l'edificio "informando l'amministrazione riguardo la programmazione degli interventi al fine di predisporre un'adeguata verifica, l'individuazione di spazi idonei per il deposito del materiale di pulizia attualmente localizzato nei servizi igienici che sono stati rinvenuti chiusi, al fine di renderli accessibili e utilizzabili" e ai dirigenti del servizio decoro e bellezza, del servizio Ambiente e del servizio scuola ordina "per quanto di competenza di ripristinare le carenze strutturali individuate e, dopo l'azione di pulizia della scuola ad un nuovo intervento di disinfestazione". Proprio nel corso del sopralluogo dei Nas e della Asl questa mattina, si era tenuta  una riunione tra il personale della scuola, i rappresentanti dei genitori degli alunni e organi istituzionali del Comune dove sono emerse molte lamentele dei genitori che hanno segnalato sporcizia, merende ritrovate mangiucchiate negli armadietti e situazioni al limite per la sicurezza dei bambini. 

La scuola primaria Goldoni di via Sezze a Latina dopo la fine anticipata delle lezioni di oggi, chiuderà per la presenza di topi. L'ordinanza del sindaco Coletta non è stata ancora emessa ma – spiegano dall'assessorato all'istruzione e da quello al decoro – si sta lavorando alla stesura dell'atto che prevede la chiusura per uno-due giorni a seconda di quanto tempo la ditta dell'ufficio Decoro impiegherà per svolgere alcuni lavori urgenti. La decisione arriva dopo l'ispezione dei Nas avvenuta questa mattina e scattata dopo la denuncia di alcuni cittadini relativi alla presenza di ratti e al perdurare della situazione di carenza igienico sanitaria nel plesso frequentato da quasi cinquecento alunni. Nel corso della verifica dei carabinieri del nucleo antisofisticazione e sanità dei carabinieri sono state riscontrate tracce di escrementi dei roditori nel bagno del piano terra utilizzato dal personale e nei bagni utilizzati dai bambini e al primo piano sempre nei bagni utilizzati dagli alunni e in particolar modo in due locali usato come deposito e in un locale wc adiacente agli spazi della mensa. I Nas hanno trovato anche un locale allagato dall'acqua e dei locali deposito sporchi e in generale uno stato igienico non idoneo con sporcizia e insetti. Tra le contestazioni da imputare al Comune fessure tra le pareti ricettacolo di insetti, canaline arrugginite, qualche tombino sollevato da terra e all'interno dell'istituto porte che non combaciano e disallineate che favoriscono l'ingresso di animali. Intanto la dirigente ha pubblicato un avviso sul sito del Comune, la circolare numero 73, con la quale avvisa personale Ata, genitori e docenti della sospensione delle lezioni per la giornata di oggi 22 novembre e che "le lezioni riprenderanno regolarmente lunedì 25, salvo nuove segnalazioni da parte delle autorità competenti". Ora si attende la decisione del Comune.

di: Marianna Vicinanza