Dopo che il Tribunale del Riesame ha confermato in pieno il quadro accusatorio e sono state depositate le motivazioni della decisione, alcuni imputati dell'inchiesta Petrus, condotta dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Latina e che ha permesso di scoprire un giro di droga che arrivava in carcere, hanno presentato ricorso alla Corte di Cassazione. L'udienza è fissata per il 5 febbraio. Ad impugnare il pronunciamento dei magistrati romani sono stati alcuni imputati tra cui Andrea Lazzaro, 46 anni, Eduart Lala, albanese di 26 anni e Mauro Guerrieri, 42 anni, quest'ultimo di Sonnino, sono difesi dagli avvocati Alessia Vita e Gianmarco Conca. Erano stati i carabinieri a ricostruire cosa accadeva all'esterno della casa circondariale di via Aspromonte dove entrava di tutto. Sia per Petrus che per l'operazione parallela ribattezzata Astice, al momento non resta che aspettare la decisione della Cassazione sui ricorsi e a seguire l'inchiesta della Procura sarà al giro di boa.