Alla vista di una pattuglia ferma a bordo strada, mentre i Carabinieri gli intimavano l'alt, ha invertito la marcia della propria auto per scappare e sottrarsi al controllo, ma senza riuscirci, perché la sua fuga è durata giusto una decina di minuti, il tempo necessario ai militari per fermare la sua folle corsa in sicurezza, senza mettere a rischio l'incolumità degli altri utenti della strada. Poi con la perquisizione è saltato fuori il motivo di quel comportamento: girava con due etti di cocaina in auto.
A mettersi nei guai, nel tardo pomeriggio di sabato, è stato Manuel A. di 19 anni, un giovane di Latina incappato nei controlli dei Carabinieri di Aprilia, la città dove girava con un carico di droga in circostanze ancora tutte da chiarire. Un comportamento, associato al possesso dello stupefacente in quantità consistente, costato al ragazzo la detenzione dietro le sbarre della casa circondariale di via Aspromonte, per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e possesso di droga ai fini di spaccio.