La Procura di Latina ha tirato le somme e ha chiuso l'inchiesta. I pm Giuseppe Bontempo e Valerio De Luca hanno chiesto il giudizio immediato per i 34 imputati finiti nelle inchieste Petrus e Astice che hanno scoperto un giro di droga, sia di hascisc che di cocaina che finiva in carcere. Sono due fascicoli che presentano forti analogie e che adesso confluiscono in un unico procedimento che ha permesso di tracciare i canali tramite i quali la sostanza stupefacente entrava nella casa circondariale di via Aspromonte grazie alla compiacenza di due agenti della polizia penitenziaria infedeli. Ci sarà dunque un solo processo per le indagini che avevano portato alla scoperta di un giro di droga che finiva direttamente nel carcere di via Aspromonte a Latina dove poteva entrare di tutto: dalle derrate alimentari alla sostanza stupefacente.