Il giudice Laura Morselli ha convalidato l'arresto e al termine del processo per direttissima che si è svolto ieri in Tribunale, ha disposto l'obbligo di firma per il conducente dell'auto e la libertà per l'altro imputato arrestati dalla polizia per resistenza a pubblico ufficiale.  Erano stati gli agenti della Squadra Volante a bloccare i due indiani, entrambi di 18 anni, a bordo di una utilitaria una Fiat 600. Gli imputati avevano cercato la fuga e di sottrarsi al controllo: chi era alla guida era senza patente e in macchina inoltre avevano anche due mazze da baseball e uno sfollagente in ferro oltre ad un coltello. L'inseguimento è scattato tra viale Kennedy e via Vespucci quando l'automobilista ha forzato l'alt dei poliziotti ed ha proseguito poi verso viale Le Corbusier.