Due immigrati rumeni L. V. M. classe 1979, S. I. classe 1959 e una polacca S. S. classe 1988, tutti già noti alle forze dell'ordine e provenienti dal comune di Aprilia, erano in trasferta a Fabriano con l'unico scopo di mettere a segno furti nelle province limitrofe e che ora, ristretti nelle carceri di Viterbo e Civitavecchia, dovranno rispondere all'Autorità Giudiziaria di Viterbo del reato di furto aggravato in concorso. Di notte si sono introdotti in una azienda asportando merce e un mezzo articolato da oltre 200mila euro dandosi poi alla fuga verso il reatino. Al confine col territorio viterbese sono stati bloccati e arrestati dai Carabinieri di Cittaducale, già sulle loro tracce, unitamente ai colleghi della Compagnia Carabinieri di Civita Castellana.