Vede i carabinieri sul pianerottolo di casa e teme una misura più aspra rispetto agli arresti domiciliari cui era sottoposto. Di conseguenza, prima si chiude nell'appartamento e poi riesce in qualche modo a fuggire. Ora è ricercato ovunque.

Stiamo parlando di un uomo che è riuscito ad allontanarsi dalla sua abitazione sita al quarto piano di un palazzo in via Federico Fellini, a Pomezia, nonostante i carabinieri della locale Stazione e i vigili del fuoco stessero mettendo in atto tutte le procedure per entrare in casa ed evitare le conseguenze di un suo possibile gesto estremo.

I timori, infatti, erano nati proprio dopo il suo repentino chiudersi a chiave nell'abitazione mentre i carabinieri stavano notificando degli atti a un'altra persona: di conseguenza, quattro squadre dei pompieri - due del Distaccamento di Pomezia e altrettante di altri Comandi - sono intervenute in zona e hanno posizionato l'autoscala e i cuscini ad aria utili ad attutire possibili cadute.

Una volta forzata la porta, però, ecco la sorpresa: in casa non c'era più nessuno.

Di conseguenza, ora l'uomo è ricercato a Pomezia e nelle località limitrofe.