La Regione Lazio deve interdire una porzione di spiaggia di Cala Nave, a Ventotene. Lo ha deciso il sindaco dell'isola, Gerardo Santomauro, con un'ordinanza pubblicata alcuni giorni fa che ha stabilito proprio la chiusura della spiaggia.

La decisione è arrivata dopo i nuovi crolli che hanno interessato la falesia della splendida isola dell'arcipelago pontino: in particolare, la frana è stata registrata il 25 gennaio 2020 e si è verificata nella zona dove sono in corso i lavori di consolidamento della parete rocciosa per scongiurare ulteriori fenomeni di dissesto idrogeologico.

L'area è quella sud-orientale della spiaggia, dove si trova il fabbricato conosciuto come "Zia Bettina": è proprio qui che sono in corso i lavori coordinati dalla Regione Lazio, con questo ente che dovrà provvedere a interdire la spiaggia adiacente alla zona interessata dagli interventi, con tanto di apposizione di una particolare segnaletica.

Lo stesso sindaco ha chiesto ai tre proprietari del fabbricato "Zia Bettina" di effettuare una verifica statica sull'immobile e di consegnare la perizia in Comune.