Si svolgerà il 25 marzo davanti al giudice Giorgia Castriota, l'udienza preliminare nei confronti di una insegnante della scuola di Latina che nel maggio dello scorso anno era stata sottoposta alla sospensione dal servizio per un presunto caso di maltrattamenti sui minori. Era stato il giudice del Tribunale di Latina Giuseppe Cario a firmare la richiesta accogliendo la richiesta presentata dal pm Antonio Sgarrella. 

Erano stati i carabinieri della Compagnia di Latina, guidati dal capitano Carlo Maria Segreto a indagare e piazzare a scuola anche alcune telecamere che hanno permesso di ricostruire i comportamenti della docente nei confronti di otto bambini che hanno tra i tre e i quattro anni.  Grazie ad alcune microspie che erano state piazzate in classe era stato possibile accertare i comportamenti della donna che, secondo i colleghi, è una persona molto preparata dal punto di vista pedagogico.

Nel corso dell'audizione davanti al magistrato, l'insegnante ha spiegato che nei confronti dei bambini aveva cercato di limitarsi a correggere dei comportamenti perché non ubbidivano e ha spiegato inoltre che in alcuni casi le sua azioni erano state dettate dall'impulsività, ma che non voleva causare traumi di natura psicologica agli alunni.

Secondo il giudice che aveva firmato il provvedimento era stato ampiamente superato il limite dell'abuso dei mezzi di correzione. Adesso a breve è fissata l'udienza davanti al magistrato.