Il gip del Tribunale di Cassino, Salvatore Scalera, ha accolto l'istanza dell'avvocato Pasquale Pasquale Cardillo Cupo, difensore di un uomo di Formia arrestato dalla Guardia di Finanza della città perché trovato in possesso di oltre un etto di cocaina e 16mila euro in contanti, e concesso gli arresti domiciliari. L'uomo ha così potuto raggiungere la propria abitazione proprio mentre in tutta Italia impazzano le proteste all'interno degli istituti di pena per le restrizioni imposte dall'emergenza Coronavirus.

L'operazione antidroga delle fiamme gialle era stato portata a termine, nell'ambito di un più ampio servizio anticrimine esteso su tutto il territorio, nell'ottobre dello scorso anno. In questo contesto l'uomo era finito nei guai dopo che lo speciale nucleo anti-droga delle Fiamme Gialle, al termine di una perquisizione personale e domiciliare, aveva rinvenuto 116 grammi di cocaina purissima e 16mila in contanti, probabile provento della precedente attività di spaccio. Gli uomini del Colonnello...