Due prostitute e tre cittadini che erano al volante senza alcun motivo valido. Sono queste le 5 persone denunciate nelle scorse ore a Pomezia per inosservanza del decreto governativo che prevede di non uscire da casa se non si hanno dei comprovati motivi legati al lavoro, alla salute o alla necessità. In particolare, le due lucciole stavano esercitando la prostituzione nella zona di Santa Palomba: questo non è consentito dal provvedimento del governo. Anche loro, come tutte le persone, devono stare in casa. A denunciare le 5 persone sono stati i Carabinieri della Compagnia di Pomezia diretti dal capitano Luca Ciravegna.

Erano in strada senza una comprovata esigenza. Per questo motivo 5 persone di Pomezia sono state denunciate dai carabinieri per il mancato rispetto di quanto stabilito nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che prevede di lasciare le proprie abitazioni solo per motivi indispensabili legati al lavoro, alla salute o alla necessità. Lo stesso provvedimento è stato adottato anche in altre località della provincia di Roma per tutti coloro che sono stati trovati in giro senza alcun motivo. Chiaramente i controlli da parte delle forze dell'ordine proseguiranno durante tutte le prossime giornate.

di: La Redazione