In questi giorni la Polizia Locale è impegnata in una capillare attività di controllo, insieme alle altre forze di polizia, per assicurare il rispetto delle restrizioni imposte per fronteggiare l'emergenza covid-19. Uno sforzo, quello degli agenti comunali, necessario in questo momento proprio per trasmettere alla popolazione l'importanza delle regole di convivenza imposte per contenere il contagio. Ma non sono mancate, in questi giorni, sanzioni e denunce per comportamenti poco cauti. Solo nella giornata di giovedì le pattuglie della Polizia Locale hanno controllato una cinquantina di veicoli e altrettante attività commerciali. Si è registrata solo una chiusura forzosa per un bar del centro, con la conseguente denuncia per il titolare che non ne voleva sapere di attenersi al decreto ministeriale. Ma non sono mancate le sanzioni di natura amministrativa previste per le violazioni meno gravi, come nel caso di un'auto con tre persone a bordo. La sera invece si è registrato l'episodio increscioso in via Diaz, dove una pattuglia ha trovato una famiglia che, passeggiando in centro, si soffermava a guardare le vetrine. All'invito degli agenti di non trattenersi troppo in strada per rientrare a casa, marito e moglie hanno reagito con atteggiamento irriverente. La donna è arrivata al punto di avvicinarsi a uno dei poliziotti e tossire verso il suo volto in maniera palesemente forzata. Sull'episodio è stata informata la Procura per le valutazioni del caso.