Il conto sale inesorabile. Inarrestabile. Il Coronavirus Covid-19 non indietreggia e anche ieri, nella nostra provincia, ha fatto registrare altri tredici contagiati per un totale di casi positivi complessivi che ha toccato quota 163. La battaglia, dunque, non può che continuare a testa bassa ma soprattutto rispettando alla lettere le direttive ministeriali. Non c'è altro modo, infatti, per sperare di far indietreggiare il nemico numero uno e allentare il peso di un'emergenza che sta mettendo a dura prova operatori sanitari e popolazione.

«Si registrano tredici nuovi casi positivi, di cui quattro trattati a domicilio - ha reso noto ieri la Asl di Latina guidata dal direttore generale Giorgio Casati nel report giornaliero -. Si confermano le criticità dei Comuni di Fondi (più 3 contagiati per 53 casi totali) e Latina (più 2 per 36 casi complessivi). Gli altri sono distribuiti nei comuni di Bassiano (2), Aprilia (3), Terracina (2), Cori (1). Si è inoltre registrato il settimo decesso, presso il Pronto Soccorso di Fondi di una paziente residente nella città». In serata, però, si è aggiunto anche il decesso di un anziano di Fondi che era ricoverato presso l'ospedale Spallanzani di Roma che ha fatto salire il conto a 8 morti.