Per il quarto giorno di fila l'Italia registra un calo dei contagi ma soprattutto del trend di diffusione del Coronavirus. Segnali che non devono certo entusiasmare ma accendere un filo di speranza sì.

Nella giornata di ieri i nuovi contagi sono stati 3.491 contro i 3.612 di martedì. In termini percentuali l'aumento è del 6,5% rispetto al giorno prima. Ma se consideriamo che soltanto lo scorso 19 marzo quella percentuale era più del doppio, è facile intuire come il bicchiere sia davvero, finalmente, mezzo pieno. Rispetto a martedì, poi, ieri sono diminuiti anche i decessi: 683 (martedì erano stati 743). Il numero totali dei morti arriva a 7.503 e rende perfettamente la misura del dramma che l'Italia sta vivendo. Infine, un altro dato positivo arriva dai guariti: solo ieri 1.036, per un totale di 9.362.

La situazione nel Lazio
In leggera flessione la crescita dei casi nel Lazio che ieri sono stati 173 con 28 guariti. L'assessore regionale alla sanità D'Amato ha detto: «Registriamo un dato di 173 casi di positività con un trend intorno al 10%, ma bisogna mantenere molto alta l'attenzione. Il dato incoraggiante riguarda l'aumento costante dei guariti che nelle ultime ventiquattro ore salgono di 28 unità arrivando a 131 totali. Sono usciti dalla sorveglianza domiciliare in 3.150 e sono 15 i decessi». In totale, ad oggi, nel Lazio ci sono 1.675 casi positivi (dall'inizio dell'epidemia ne sono stati registrati 1.901).