Oltre 1600 le persone, 196 esercizi commerciali, 31 sanzioni elevate; 1 esercizio commerciale sanzionato. E si attendono controlli intensificati durante le festività. È il bilancio dell'attività della Polizia Locale di Cisterna per l'emergenza Coronavirus, i cui agenti sono sul campo sin dall'inizio della situazione emergenziale con quotidiane verifiche sulla circolazione stradale, nei luoghi di aggregazione (parchi ed aree pubbliche) nonché negli esercizi commerciali.

In generale, salvo alcune eccezioni, la popolazione di Cisterna ha risposto educatamente alle prescrizioni governative. Ed ecco i numeri:
Oltre 1600 le persone controllate;
196 controlli ad esercizi commerciali;
31 sanzioni elevate per la violazione delle prescrizioni COVID-19;
1 esercizio commerciale sanzionato per l'apertura nonostante il divieto.

Nell'ultima settimana sono aumentati i controlli in quanto, dall'analisi dei flussi di traffico della Polizia Locale, si è notato un lieve aumento dei veicoli in circolazione. "Non bisogna abbassare la guardia per vanificare gli sforzi fatti sinora - si legge nella nota della Polizia Locale - Nonostante i divieti di spostamento, ad inizio settimana la Polizia Locale è intervenuta in due episodi di abbandono di rifiuti da parte di cittadini irrispettosi delle regole e per questo sanzionati. Infatti oltre a spostarsi senza giustificato motivo, scaricavano una considerevole quantità di rifiuti ingombranti e potature vegetali nei pressi dei cassonetti destinati alla raccolta dei rifiuti. Si fa appello alla popolazione per il rispetto degli obblighi soprattutto durante le prossime feste pasquali. Su ordine del Prefetto di Latina verranno aumentati i controlli da parte di tutte le forze di Polizia e la Polizia Locale di Cisterna, facendo parte di tale dispositivo, metterà in campo diverse pattuglie che copriranno il territorio comunale sin dalle prime ore delle mattine di domenica e lunedì al fine di evitare spostamenti ingiustificati".