In città continua l'escalation di positivi al virus Covid-19. Lo stop di nuovi casi ad Aprilia è durato solo 24 ore, visto che nella giornata di ieri l'Asl di Latina ha comunicato altri due contagiati sui tre di tutta la provincia. Una catena che non sembra volersi interrompere e che ha fatto salire a 91 il totale dei casi dall'inizio dell'epidemia.

Gli ultimi cittadini positivi all'esame del tampone sono un anziano di 85 anni e un ragazzo di 26 anni, quest'ultimo in isolamento domiciliare. E, come ormai sta accadendo con frequenza sempre maggiore, l'attenzione dell'autorità sanitaria e delle istituzioni è concentrata soprattutto sul focolaio esploso al San Michele Hospital: uno degli ultimi casi (quello dell'anziano) è infatti riferibile alla Rsa e per questo il paziente è stato trasferito all'ospedale Santa Maria Goretti di Latina.

Con questo ricovero salgono dunque a 21 i contagiati tra degenti, personale sanitario e altri dipendenti della struttura di via Monticello. Già lo scorso 23 aprile alcuni ospiti del San Michele Hospital sono stati spostati in via precauzionale nel nosocomio del capoluogo pontino, con l'obiettivo di «isolare» gli anziani ed evitare la diffusione del virus all'interno di una Rsa che può ospitare circa 100 degenti.