Due nuovi casi positivi al Coronavirus Covid-19 in provincia. O meglio, un caso nei confini territoriali pontini, per la precisione a Cisterna, e uno a Pomezia relativo a un paziente in carico alla Asl di Latina. Due contagi che hanno fatto lievitare a quota 518 il conto complessivo. Dati, quelli ufficializzati ieri dall'Azienda sanitaria locale pontina nel consueto report quotidiano dell'emergenza (va ricordato che la Asl diffonde sempre i numeri delle 24 ore precedenti), che confermano come la situazione della pandemia sia sotto controllo a pochi giorni dall'inizio della "fase 2" - che ha visto un allentamento delle restrizioni - sia sul fronte del rispetto da parte dei cittadini delle misure imposte a livello ministeriale, sia su quello della gestione del personale sanitario.

Gli altri dati da segnalare sono i 54 pazienti ricoverati (52 quelli accertati Covid dell'ospedale Goretti di Latina); i 321 negativizzati (i pazienti inizialmente positivi e risultati negativi al terzo tampone); 28 decessi dall'inizio della pandemia. «Nessun paziente Covid è ricoverato presso la Terapia intensiva del Goretti - ha ricordato la Asl pontina guidata da Giorgio Casati -. Complessivamente sono 585 le persone in isolamento domiciliare mentre 9.302 quelle che lo hanno terminato».

Tra Castelli e litorale romano
Continua a restare alta l'attenzione sull'emergenza Coronavirus nel territorio dei Castelli Romani e del litorale a sud della Capitale. Infatti, seppure i nuovi casi di ieri siano stati di meno rispetto alla giornata di martedì, i numeri registrati nel comprensorio di competenza della Asl Roma 6 continuano a essere ancora importanti.

Nello specifico, dopo i 18 casi di 48 ore fa, ieri sono stati registrati ulteriori 13 casi di positività al nuovo Coronavirus: questo significa che dall'inizio della pandemia le persone contagiate dal Covid-19 sono 1.232, un numero che comprende anche i guariti e i deceduti.
Questi ultimi, fortunatamente, non sono aumentati nelle scorse ore: dunque, il numero complessivo di chi ha perso la vita "con" il nuovo Coronavirus resta attestato a 104 individui.

Va precisato, in questo caso, che sarà l'Istituto superiore di Sanità, a tempo debito, a stabilire quante persone siano decedute a causa del Coronavirus e quanti per un peggioramento di precedenti condizioni cliniche, aggravato dal contagio del Covid-19.